Simbolo Unsc

Servizio Civile

a) Cosa è il Servizio civile

Il Servizio Civile Nazionale è stato istituito con la legge 6 marzo 2001 n° 64 e che dal 1° gennaio 2005 si svolge su base esclusivamente volontaria. E’ inteso come un modo di difendere la patria, secondo dettami costituzionali  (art. 52), la cui specificità è nella condivisione di beni e valori comuni e nella fattiva promozione del benessere della comunità locale.

E’ un modo nuovo quindi di pensare alla patria e alla nazione, che mette al centro le persone tutte e i giovani in particolare, ai quali si offre l’opportunità di una esperienza prima di tutto formativa ed orientativa.

Nel concreto si tratta di dedicare un anno della propria vita, in Italia o anche all’estero, a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore di coesione sociale. E’ rivolto a giovani tra i 18 e i 27 (servizio civile regionale) o 28 (servizio civile nazionale) anni compiuti, che intendono aggiungere un’esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze e che diventa spendibile nel corso della vita lavorativa, quando non diventa addirittura opportunità di lavoro.

Si partecipa attraverso la promulgazione di bandi pubblici, la individuazione di un progetto di proprio interesse tra quelli ammessi e la redazione di connessa domanda; si può presentare una sola domanda per un solo progetto e attraverso di essa si partecipa a selezione pubblica, per titoli e per colloqui. Chi è prescelto potrà godere di un contributo economico pari a 433 euro mensili.

Attualmente si ha la possibilità di partecipare a bandi nazionali del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile presso la Presidenza del Consiglio e a bandi regionali, opportunità presente anche nella Regione Marche (vedi link di riferimento).

Per chiudere ricordiamo in sintesi le finalità della legge e i temi del suo rovesciamento culturale:

  • la patria oggi va difesa principalmente dai pericoli sociali (povertà e marginalità; degrado della democrazia; deterioramento dell’ambiente; etc);
  • la solidarietà si realizza concretamente nella propria comunità di appartenenza;
  • occorre una nuova e diffusa educazione alla pace e ai diritti, che riguarda tutti;
  • la difesa e la promozione del territorio e dei cosiddetti beni comuni e naturali è fondamentale;
  • i giovani devono essere accompagnati, tutorati e formati a questa nuova cultura ed è questa la maggiore responsabilità di tutta la società civile e di questa nuova legge.

b) I nostri progetti

Il bando per NEET di Garanzia Giovani:

c) La Guida di orientamento del servizio civile

Scarica la Guida

d) Link utili

Il sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile

Il  sito della Struttura regionale Marche del Servizio Civile

Il blog del Tavolo ecclesiale del servizio civile

Cerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi