Minori2

La pedagogia maieutica

Si tiene il 16-17-18-19 giugno a Camogli (GE) il corso condotto da Daniele Novara e Paolo Ragusa. Partire da se stessi. Saper imparare valorizzando al massimo le proprie risorse. Utilizzare i metodi più efficaci che sintonizzano le risorse personali dell’individuo finalizzandole ad un apprendimento reale e duraturo. Questo lo scopo della pedagogia maieutica, ossia di un approccio metodologico che si propone di mettere a disposizione degli operatori educativi, ma non solo di questi, gli strumenti più innovativi e avanzati per raggiungere risultati significativi nell’acquisizione di nuove conoscenze e di nuove competenze.
Si tratta di uscire dalla logica scolastica tradizionale della pura e semplice acquisizione di contenuti per entrare in una nuova visione che ci porta a riconoscere le capacità che abbiamo, sia quelle note che quelle inedite.
Per fare questo l’approccio maieutico propone da un lato il recupero di quelle che la scienza dell’apprendimento ci conferma essere le strategie prioritarie per imparare:
1) la motivazione, la predisposizione di una significativa necessità che spinga una determinazione volta al cambiamento, all’acquisizione di nuove conoscenze e di nuove competenze. In altre parole la motivazione ha a che fare con il gusto maieutico della fatica e della conquista di nuovi orizzonti; 2) la gradualità, il processo di evoluzione personale che progressivamente si aggrega dentro l’individuo per la conquista di sempre nuove capacità; 3) la matrice sociale, il gruppo, l’imitazione, la condivisione, il mutuo apprendimento.

La pedagogia maieutica non è di certo una filosofia o non è solo una filosofia. Appartiene al mondo concreto degli strumenti, in primis strumenti nella gestione del gruppo, nella gestione dei conflitti, nella struttura delle unità formative volte all’apprendimento. L’utilizzo delle domande maieutiche come forma privilegiata di implementazione dell’apprendimento, il concetto di valutazione evolutiva che permette alla persona di avere il controllo e l’autocontrollo dei suoi progressi e dei suoi avanzamenti rappresentano modalità innovative che garantiscono efficacia a questo approccio. Vi è contenuta un’enorme quantità di strumenti pratici: il colloquio maieutico, la conversazione maieutica, il cestino della rabbia, il cassetto delle tracce, il laboratorio maieutico di apprendimento, in una logica di ricerca che continua, non si spegne e propone sempre nuovi sviluppi.
In definitiva la pedagogia maieutica offre una risposta alla crisi dell’educazione sia sul piano delle relazioni educative e tanto più sul piano dell’apprendimento educativo dando un senso proiettato nel futuro a queste difficoltà e offrendo strumenti inediti e innovativi.

Il metodo di lavoro si basa sul coinvolgimento attivo e diretto dei partecipanti attraverso l’utilizzo del piccolo gruppo come luogo di esperienza e di apprendimento.
Il corso si terrà presso la Casa Stella Francescana, che si affaccia sul golfo di Camogli (Ge), riservata per l’occasione dal CPP. Sarà possibile pernottare in camere doppie e avere un servizio di pensione completa a prezzi agevolati.
Il corso consente di acquisire crediti per la Scuola Triennale di Formazione Maieutica.

Orari di lavoro
prima giornata 15.30 – 19.00
seconda e terza giornata 9.00-13.00 / 14.30 -17.00
quarta giornata 9.00-13.00

Costo: € 270.00

Per ulteriori informazioni:
info@cppp.it
Tel.0523-498594

Cerca